Quello che devi sapere
quando desideri un bimbo


ProFecund: una soluzione naturale per problemi di fertilità feminile


La maggior parte dei casi d’infertilità femminile è causata da problemi di ovulazione. Senza ovulazione, nessun ovulo può essere fertilizzato o fecondato. I segnali in infertilità includono l’assenza o l’irregolarità del ciclo mestruale. I problemi di ovulazione sono spesso causati dalla sindrome dell’ovaio policistico (SOP), un problema di squilibrio ormonale. Questa è la causa più comune d’infertilità femminile.

L’azione di ProFecund

La cura con ProFecund darà risultati positivi nei seguenti casi d’infertilità femminile:

  • quella causata dai disturbi del ciclo mestruale e dall’ovulazione irregolare
  • quella causata dal ciclo mestruale irregolare.
  • ProFecund stimola la fertilità femminile e sostiene lo sviluppo di una gravidanza sana attraverso una triplice azione:

  • la regolarizzazione del ciclo mestruale e dell’ovulazione
  • il miglioramento del desiderio e la qualità del rapporto intimo
  • l'apporto della quantità di acido folico necessaria durante il primo trimestre di gravidanza
  • Come usare ProFecund

    La cura consigliata con ProFecund è di 1 compressa al giorno, per almeno 3 mesi (o fino all’ottenimento del risultato desiderato).
    La cura può essere cominciata in qualsiasi giorno del mese, indipendentemente che si sia o meno nel periodo del ciclo mestruale. Se si dimentica di prendere la compresa per un giorno, si riprenderà il giorno successivo, senza raddoppiare la dose.

    ProFecund deve essere assunto anche durante le mestruazioni. Non è necessario fare pause durante l’assunzione di ProFecund.
    La cura può essere seguita in combinazione con altri trattamenti di fertilità prescritti da medici specialisti.

    ProFecund non interagisce con i trattamenti antibiotici. In questi casi, bisogna continuare l’assunzione di ProFecund.
    Si consiglia di assumere ProFecund a stomaco pieno.

    ProFecund non deve essere somministrato a soggetti affetti dal morbo di Parkinson, da ipertiroidismo o da tumori ormonodipendenti o a quelli sotto terapia con antipsicotici o contraccettivi orali combinati.